Nonostante le restrizioni sulle esibizioni in giro per l’Europa a causa del Covid-19, il compositore olandese Geert Jan Kroon non si è arreso ma ha continuato a lavorare ad alcuni interessanti progetti musicali.

La collaborazione con la Swiss Army Brass Brand

Con la Swiss Army Brass Band Kroon sta riflettendo sugli effetti della pandemia, concentrandosi sui temi dell’isolamento, dell’insicurezza e dell’insoddisfazione, ma anche dell’unione, dell’ottimismo e del rispetto per il lavoro eroico degli altri, specialmente nell’assistenza sanitaria.

Il lavoro sarà composto da un testo scritto da Monique Bronkhorst che sarà tradotto nei diversi idiomi parlati in Svizzera.

Geert ha dichiarato a 4BR: “La prima è prevista per il 2022, quando si spera che tutti possiamo iniziare a guardare indietro a ciò che è successo. Sono entusiasta di lavorare con il direttore d’orchestra Philip Werlen su questo progetto impegnativo e di esplorare molte delle questioni che sono sorte dalla pandemia per gli individui e le comunità”.

Un videogioco interattivo

Nel frattempo, Geert ha anche iniziato un progetto di tipo molto diverso: The Legend of the Bleeding Eyeball and the Blind Werewolf. È un lavoro ispirato dal giovane figlio di Geert. Una sorta di videogioco interattivo, in cui l’ascoltatore deve prendere decisioni nella costruzione del materiale musicale per raccontare la storia. Oscuro, ma divertente, lascia  l’immaginazione libera di scatenarsi.

Soli Braas Leeuwarden gli Euphoniums

In mezzo a tutto questo Geert ha anche trovato il tempo di pubblicare la prima registrazione del singolo degli Euphoniums di Soli Brass Leeuwarden, la band olandese con cui collabora da molti anni. Questo progetto è nato insieme al suo amico e collega eufonico di Soli Brass, Gerbrich. Il singolo è stato inserito in una playlist curata da Spotify ed è stato ascoltato oltre 10.000 volte. Il piano è di pubblicare qualche altro singolo nei prossimi mesi, aspettando poi l’uscita dell’ intero album.