La ministra degli affari interni Kajsa Ollongren ha confermato che il prossimo febbraio il governo olandese lancerà una campagna contro le fake-news. In occasione delle elezioni della prossima primavera –quelle dei consigli provinciali olandesi a marzo e le europee a maggio- i Paesi Bassi istituiranno inoltre un centro di ricerca per  verificare l’impatto delle fake news durante il periodo elettorale, riporta AD.

Un precedente report del Rathenau Institute dimostra come in realtà il grande ‘impatto negativo’ della disinformazione sulla società olandese sia stato contenuto dalla “forza dei media, dalla varietà di notizie proposte e dalla fiducia che il governo ripone in essi”, afferma il ministero in una dichiarazione.

La nuova ricerca avrà inizio durante i primi mesi del 2019 e si focalizzerà sull’analisi dell’utilizzo dei social media nel periodo elettorale, nonché su come avviene lo scambio di informazioni tra media, politici e cittadini.

Allo stesso tempo il governo lancerà una campagna online con lo scopo di “aumentare la consapevolezza dei cittadini nei confronti delle fake news e per facilitarne il riconoscimento”, ha dichiarato il ministero. “La tutela della libertà di espressione e del giornalismo indipendente saranno alcuni degli obiettivi primari”.