Ernst Kuipers, presidente del Landelijk Netwerk Acute Zorg, il coordinamento dei servizi per la terapia intensiva, si è detto scioccato per le immagini della manifestazione di ieri. A NOS, ha detto che “i partecipanti alla manifestazione avrebbero dovuto assumersi le proprie responsabilità, mantenendo le distanze oppure andando a casa”.

I medici hanno guardato “con orrore” alla manifestazione, ha detto Ernst Kuipers al Trouw. “5.000 persone provenienti da tutto il paese  vicine l’una all’altra per molto tempo. È molto probabile che esistessero persone con corona. E anche la possibilità che ci siano stati contagi è reale “, ha affermato Kuipers al Trouw. 

La posizione allarmista di Kuipers, tuttavia, non è condivisa da tutti: Mariet Feltkamp del Leiden University Medical Center ha detto a NOS che  “l’evento si è svolto all’aperto e molti indossavano mascherine, le probabilità sono basse”

A causa di questi fattori e soprattutto, visto il livello basso di infezioni dell’ultimo periodo, per la virologa il corteo non sarà un veicolo di nuovi contagi, come al contrario accaduto in precedenza negli stadi e nelle chiese. “Se l’evento si fosse svolto a marzo, sarei molto più preoccupata”, ha dichiarato Feltkamp a NOS Radio 1 News.