NL

NL

La lobby dei casinò in Olanda ha vinto la partita della pubblicità

Nel processo di definizione delle normative pubblicitarie relative al gioco d’azzardo, le aziende di settore hanno avuto maggiore influenza rispetto agli esperti in materia di dipendenza, come emerge da documenti richiesti da NOS in base alla Wet open overheid (WOO), la legge olandese sulla trasparenza amministrativa. Come è avvenuto esattamente? 

Il gioco d’azzardo è popolare nei Paesi Bassi. Dal momento dell’apertura del mercato del gioco d’azzardo online nel 2021, molte più persone hanno iniziato a giocare legalmente di quanto previsto dal governo, spiega il portale: dai documenti interni del Ministero della Giustizia e della Sicurezza emerge che le aziende di gioco d’azzardo si sono opposte a regole pubblicitarie più severe per anni.

Ad esempio, l’idea di non utilizzare VIP nellle pubblicità è stata, alla fine, eliminata: l’idea iniziale era che celebrità avrebbero reso più appetibile il gioco per i più giovani.

Nelle pubblicità trasmesse da Toto a partire dal 1° ottobre, data di apertura del mercato, celebrità olandesi come l’illusionista Hans Klok, l’attrice Kim Feenstra e l’allenatore di calcio Dick Advocaat promuovono il gioco d’azzardo. Le numerose pubblicità suscitano irritazione tra i membri del Parlamento, che invitano il ministero a intervenire, soprattutto quando si scopre che un numero considerevole di giovani ha aperto account su siti di gioco d’azzardo.

Sotto pressione del Parlamento, il ministro Weerwind decide all’inizio del 2022 di adottare misure e si consulta più volte con le aziende di gioco d’azzardo e i media. Questi sono fortemente contrari a restrizioni e il ministro promette loro di assecondarli. “Capisco l’irritazione. Dove posso, mi sforzo, ma dico anche che deve esserci un divieto”, afferma in un incontro il 25 febbraio 2021 con le aziende dei media. Alle aziende di gioco d’azzardo promette che avranno voce in capitolo nella definizione delle nuove regole.

Ma se le regole colpiscono i casinò online, lasciano fuori quelli fisici: l’azienda statale Holland Casino si oppone con forza a questa limitazione in una lunga lettera e definisce le conseguenze di un divieto disastrose. “Abbiamo fiducia nel fatto che ci sarà concesso lo spazio per adempiere al nostro compito sociale all’interno delle pratiche seguite negli ultimi decenni”, scrive l’Holland Casino.

Il risultato? I casinò online non possono, quasi, fare pubblicità mentre a quelli “reali” i limiti non vengono imposti.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli