NL

NL

La Kamer al governo: l’esecutivo deve accogliere le mozioni. Ma Rutte nega: siamo ancora in carica

Il premier uscente Rutte non vuole ancora dire se il governo accoglierà le mozioni che la Camera dei rappresentanti adotterà entro la giornata di oggi. All’inizio della seconda giornata di discussione  margine della finanziaria, la leader del PvdA Ploumen vuole una risposta.

La leader Pvda ha detto che presenterà proposte in modo che le persone “possano finalmente trovare di nuovo un alloggio a prezzi accessibili, gli insegnanti iniziano a guadagnare uno stipendio decente e le persone vedano dai loro portafogli che l’economia sta andando meglio”.

Il PvdA ritiene che il governo dovrà attuare le decisioni della Kamer. Ma Rutte ha risposto che le mozioni che vanno contro la politica del governo devono sempre essere discusse dall’esecutivo.

All’inizio del dibattito, è emerso che il governo sta stanziando denaro extra per aumentare gli stipendi nel settore sanitario (la Kamer ha adottato una mozione al riguardo la scorsa settimana). E il ministro De Jonge ha inviato una lettera alla Kamer in tal senso, perché l’aumento degli stipendi aumenta anche il premio dell’assicurazione sanitaria per renderli sostenibili.

Il primo ministro ha aggiunto che il governo si considera dimissionario su due temi: la crisi Covid e la vicenda delle indennità. Rutte ha anche affermato che come leader del più grande partito in corso di formazione, sente una responsabilità speciale, ma anche “che il VVD ha solo il 22% e che quindi il 78% della responsabilità spetta ad altri”.

Ieri tutti i diciannove gruppi politici hanno espresso il loro parere e sono state avanzate anche diverse proposte per modificare i piani del governo ma cosa ne verrà fuori non è ancora chiaro, dice NOS. Rutte ha annunciato la scorsa settimana che VVD, D66 e CDA sono aperti a possibili aggiustamenti.

 

SHARE

Altri articoli