NL

NL

La festa dell’esercito olandese scampato a Srebrenica, polemica sul video della vergogna

Source pic: YT screenshot

Aggiornamento: 11-luglio-2024

Una sequenza agghiacciante, vecchia esattamente 29 anni fa, ha scatenato in queste ore un fiume di polemiche: i soldati del Dutchbat, la divisione olandese assegnata alla protezione dell’enclave bosniaca di Srebrenica,  festeggia a birre e balli la “salvezza” mentre i bosniaci-musulmani vengono trucidati dalle truppe serbe.

Il video non è nuovo ed è stato allegato tra le prove, in uno dei processi presso la ICTY, la Corte per l’ex Jugoslavia. Musica, balli, lattine di birra: l’atmosfera sembra quella della finale di Champions League, scrive AD, mentre i soldati stanno festeggiando per il pericolo scampato a Srebrenica; per il pericolo scampato per loro a Srebrenica.

È sabato 22 luglio 1995 e stando al quotidiano AD, la “festa” avrebbe avuto luogo a Pleso, nella base ONU nei pressi di Zagabria dopo aver abbandonato Srebrenica ai serbi.  Stando ad AD, quelle immagini raccontano una verità parziale: il ministro della difesa di allora voleva un “benvenuto da eroi” per il Dutchbat ma le informazioni su ciò che stava accadendo a Srebrenica gli avrebbero fatto cambiare idea. E’ il comandante Couzy ad insistere con un momento sociale: “Pensavo che quelle persone dovessero ricevere un caloroso benvenuto”, avrebbe affermato in seguito.

In realtà, nessuno aveva previsto un barbecue con birra e la banda militare a fare da “dj”. Wim Dijkema, l’ufficiale in servizio che ha filmato la scena, tornato in Olanda ha consegnato il materiale ai media e già allora, fu forte l’emozione alla vista di quelle immagini. Inoltre, il vertice della difesa non ricevette risposte soddisfacenti a proposito dell’evento improvvisato.

L’impatto negativo delle immagini è stato in parte alimentato dalle azioni del superiore Thom Karremans e dei suoi rapporti controversi con Ratko Mladic durante l’assedio di Srebrenica. Secondo la ricostruzione ufficiale i soldati olandesi non sapevano ancora del tragico destino dei bosniaci che avrebbero dovuto difendere.

Il rammarico di Dijkema 25 anni dopo? Aver consegnato le immagini alla stampa.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli