The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

La Federcalcio olandese raccoglie 11 milioni di euro per far ripartire il mondo del football



Con un pacchetto da 11 milioni di euro, la Federcalcio olandese (KNVB) fornirà aiuto concreto ai club di calcio messi in ginocchio dal coronavirus. Il business calcistico, infatti, a causa delle imposizioni imposte dal governo non ripartirà fino al 1 giugno, perciò gli introiti diminuiranno fortemente. 

La somma è stata messa insieme dall’associazione  e dai club, per sostenere quelli colpiti maggiormente dallo stop dei campionati a causa del COVID-19. 

Attraverso donazioni ed altre misure, il pacchetto verrà distribuito equamente tra i ranghi amatoriali e professionistici. Inoltre, anche la banca ING, già sponsor delle squadre nazionali di calcio femminile, maschile e under-21, farà una donazione a più di 3000 club amatoriali esistenti. 

In un comunicato, la stessa KNVB ha riferito che “ci si aspetta una dimostrazione di solidarietà a partire dai più piccoli club professionali, fino a chi partecipa al calcio europeo”. 

Per quanto riguarda la conclusione della stagione, KNVB ha incontrato ieri, martedì 7 aprile, i rappresentanti delle squadre di calcio, tifosi, sponsor e Fox Sports, a cui appartengono i diritti TV. 

Opinioni sul da farsi sono state raccolte attraverso sondaggi online, per esempio da Supporterscollectief Nederland, e la scorsa settimana dirigenti di alcune squadre, tra cui anche l’Ajax, hanno invocato l’abbandono dell’Eredivise. 

Se la stagione riprendesse a giugno, per esempio, molti atleti andrebbero in scadenza di contratto e, per di più, verrebbe richiesto uno sforzo enorme ai calciatori. Otto o nove partite dovrebbero essere giocate in un mese, come anche la finale di coppa olandese tra Ajax e Utrecht. L’UEFA ha stabilito che la stagione e di conseguenza i contratti, potrebbero però essere estesi fino al 3 agosto.