Dal ritiro di Neil Young dalla piattaforma all’inizio della scorsa settimana, la multinazionale ha perso più di 2.000 milioni di dollari e le sue azioni in borsa sono scese del 12%. Le azioni di Spotify, dice lo spagnolo RTVE in un suo approfondimento, sono diminuite del 6% dal 26 al 28 gennaio dopo che Neil Young ha ritirato la sua musica. La piattaforma aveva già visto i prezzi delle sue azioni scendere dall’inizio del 2022, registrando un calo del 25% del valore a partire dal 25 gennaio e ora ci si mette anche la fuga di artisti.

Il podcast di Joe Rogan su Spotify, che ha causato l’addio di Neil Young, è un contenuto di punta, con ben 16 milioni di stream mensili sulla piattaforma che ha pagato 100 milioni di dollari nel 2020 per avere l’esclusiva sul suo podcast, dice ancora RTVE.

Dopo che anche un’altra leggenda come la cantautrice canadese Joni Mitchell si è ritirata, Spotify è intervenuto in merito e il suo CEO, Daniel Ek, ha rilasciato una dichiarazione in cui riconosce di aver commesso una mancanza di trasparenza quando nel non aver garantito all’utente le informazioni sostenute dalla maggioranza della comunità scientifica.

Inoltre, Mitchell è stato aggiunto nella firma di una lettera aperta a Spotify da un gruppo di scienziati e medici che criticavano l’ospite per “aver diffuso ripetutamente affermazioni fuorvianti e false sul suo podcast, suscitando sfiducia nella scienza e nella medicina” durante la pandemia di COVID-19.

Spotify, quindi, inserirá un “avviso di contenuto” all’interno di qualsiasi podcast che affronti il ​​Covid. “Questo avviso indirizzerà gli ascoltatori al nostro hub dedicato al COVID-19, una risorsa che fornisce un facile accesso a fatti basati sui dati, informazioni aggiornate condivise da scienziati, clinici, accademici e autorità sanitarie pubbliche in tutto il mondo, nonché come collegamenti a fonti attendibili”, sottolineano.

Sebbene non si siano riferiti specificamente al controverso podcast di Rogan, la società ha sottolineato di aver rimosso più di 20.000 episodi di podcast relativi al COVID dall’inizio della pandemia. Tuttavia, lo show di Rogan è ancora disponibile, osserva RTVE

o o