GLOBAL

GLOBAL

La Corte ONU dell’Aia ordina ad Israele stop alle operazioni a Rafah

La Corte Internazionale di Giustizia (ICJ) ha dichiarato di non aver trovato prove di un accesso umanitario adeguato per i palestinesi a Rafah. Tredici dei quindici giudici hanno concordato che la situazione a Rafah è critica, descrivendola come “eccezionalmente grave”.

Il giudice ha sottolineato che 800.000 persone sono sfollate e ha espresso dubbi sulle assicurazioni di Israele riguardo la sicurezza e l’accesso umanitario. Di conseguenza, la corte ha ordinato a Israele di cessare immediatamente l’operazione militare a Rafah e di ritirare le truppe. Ha inoltre stabilito che i valichi di frontiera devono essere riaperti per permettere l’ingresso degli aiuti umanitari.

La corte ha chiesto che osservatori delle Nazioni Unite abbiano accesso immediato per garantire che non vengano cancellate prove di possibili crimini di guerra. Israele dovrà riferire alla corte entro un mese sui progressi delle misure ordinate e garantire l’accesso degli investigatori a Gaza.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli