La ministra olandese degli affari interni, Kasja Ollongren, sta cercando di combattere le fake news. In vista delle prossime elezioni parlamentari, la ministra ha deciso di dare vita a una commissione indipendente con il compito di monitorare la disinformazione sul web.

All’Aja sono preoccupati a proposito della “situazione Americana”. Con le elezioni olandesi previste per il prossimo anno, la diffusione di fake news sui social media sta diventano un problema anche in Europa, ha dichiarato la ministra Ollongren.

Le compagnie che gestiscono i social media dovrebbero per prime prendere dei provvedimenti contro il fenomeno della disinformazione, ha detto domenica su WNL. Se un video o un post riportano notizie false, dovrebbero essere accompagnati da un avvertimento, come è avvenuto negli Stati Uniti nel caso delle accuse di frodi elettorali.

La Ollongren e altri esponenti del governo all’Aja hanno espresso la loro preoccupazione sull’influenza che queste fake news potrebbero avere sulle elezioni. La Commissione europea ha annunciato questa settimana che il codice, già esistente, che detta regole per limitare la disinformazione, sarà revisionato. Le piattaforme online dovranno implementarlo, senza però danneggiare la libertà di espressione.

La ministra ha avvertito i partiti politici e i cittadini di mantenersi vigili più si avvicinano le elezioni. Ha detto a WNL che i servizi di sicurezza sono stati allertati. La minaccia potrebbe venire anche da altri stati. “Sappiamo che queste cose accadono negli altri paesi: non c’è ragione per cui non potrebbe succedere anche qui”. 

La Ollongren ha sottolineato che i giornalisti e gli scienziati avranno un ruolo fondamentale, ma i media avranno la responsabilità più grande.