NL

NL

“La città non è pronta”, Jumbo nega a cassiere di poter indossare smalto verde

Lelê Breveglieri, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

All’ex cassiere del supermercato Jumbo, Lars ten Caat, è stato richiesto dal suo manager di rimuovere lo smalto verde dalle unghie, ha riportato RTV Oost. Da quel momento, il giovane ha lasciato il suo lavoro nel supermercato di Glanerburg, Overijssel.

Secondo Lars, il manager, Radjen Lochan, ha detto che “Glanerburg non è pronta per questo”, riferendosi alle sue unghie colorate. Il ragazzo aveva le unghie e i capelli colorati di verde da un mese per dimostrare esternamente di essere con orgoglio membro della comunità LGBTQI+. “Un mese e mezzo fa, si era recato dal manager di Jumbo chiedendogli se poteva colorarsi i capelli.  Ciò non è stato ritenuto un problema, a condizione che rimanesse presentabile”, ha riferito sua madre.

Il giovane voleva gli stessi diritti delle sue colleghe donne, alle quali è permesso portare lo smalto durante il lavoro. A seguire c’è stata una seconda discussione, in cui era coinvolto anche il manager: “Volevano rispecchiare lo status quo dell’ambiente circostante”, ha detto Ten Caat.

“Un ragazzo con le unghie colorate stona con quell’immagine”. Il giovane ha dunque lasciato il suo lavoro da quando è stato chiaro che non avrebbe potuto continuare con lo smalto sulle unghie”.

Ma la situazione non è stata affatto negativa: da quel momento, Lars ha ricevuto molte offerte di lavoro da altri negozio che hanno preso le distanze dalla reazione della catena alle unghie verdi del diciottenne.  “Questa non è la politica nazionale di Jumbo”, ha detto la catena di supermercati come reazione dell’incidente a NOS. “Da Jumbo, crediamo di essere una compagnia inclusiva e la nostra politica è orientata verso un trattamento uguale per tutti”.

SHARE

Altri articoli