Nonostante due pastori della chiesa Riformata di Amersfoort Oost abbiano taciuto a proposito di vicende di abusi sessuali da parte di un membro della confraternita nel 1986, non si può parlare di insabbiamento ha concluso l’indagine interna alla chiesa. Gli inquirenti hanno rivelato che l’allora pastore e il suo successore erano a conoscenza solo di due casi di abuso sessuale su giovani ad opera del pastore Piet Hein W. di Hoevenlaken, ha riportato AD.

Gli abusi dell’ormai defunto W. sono stati rivelati lo scorso ottobre, quando la chiesa stava pregando per l’uomo, malato terminale. Un membro della chiesa ha scritto una lettera sul lato oscuro di W., rivelando la vicenda. La Chiesa Riformata ha considerato verosimile le asserzioni della missiva e ha avviato un’indagine. Il comitato d’indagine era composto da investigatori, psicologi, un avvocato e un teologo.

L’indagine ha rivelato che 16 persone potrebbero aver subito abusi  da parte di W. quando erano bambini. Non è stato possibile rintracciare sei di loro. Due non hanno voluto parlare. Cinque hanno detto che non si sentono vittime. Alla fine tre hanno confermato la storia, ed è stato loro offerto supporto e assistenza.

Nonostante tutto l’indagine non ha determinato l’esatta portata degli abusi, e la conclusione è che sembrino  “meno gravi di quanto immaginato.” L’indagine non ha rivelato una copertura deliberata. I due predecessori erano solo a conoscenza di due casi di abuso e alle vittime era già stato offerto supporto. I pastori considerarono il caso chiuso, perché non c’era stata nessuna denuncia alle autorità.