NL

NL

La centrale a biomassa inquina: il Consiglio di Stato annulla l’autorizzazione a Diemen

SPBer, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

La provincia del Noord-Holland dovrà effettuare un’indagine sulle conseguenze ambientali della costruzione di una grande centrale a biomassa a Diemen, dice NOS. Nel 2019 la provincia aveva rilasciato un permesso di costruzione, ma il Consiglio di Stato ha annullato tale autorizzazione, riporta AT5.

L’azienda Vattenfall ha pianificato la costruzione della centrale a biomassa nel sito di due centrali a gas e una centrale termica di supporto, proprio dietro il centro commerciale Maxis. L’obiettivo è bruciare fino a 212 mila tonnellate all’anno di pellet di legno, rendendola la più grande centrale a biomassa nei Paesi Bassi. L’energia prodotta avrebbe dovuto essere utilizzata per riscaldare le case ad Amsterdam, Diemen e Almere.

Ma i piani hanno sollevato critiche per anni: gli abitanti della zona, così come il comune di Diemen, temevano le conseguenze ambientali e l’impatto sulla qualità della vita a causa di una maggiore emissione di sostanze nocive.  

Anche Greta Thunberg si era inserita nella discussione nel 2021. “L’investimento fa parte della transizione di Vattenfall verso il futuro libero da fossili – ma rischia invece di portare a un aumento delle emissioni di anidride carbonica”, aveva twittato.

Nonostante ciò, la provincia aveva concesso l’autorizzazione senza condurre un’indagine sugli effetti possibili sull’ambiente. Secondo la provincia, ciò non era necessario perché i pellet di legno non sono rifiuti. Tuttavia, il Consiglio di Stato non è d’accordo con tale ragionamento.

“In questo caso, Vattenfall non ha fornito alla provincia informazioni concrete sull’origine dei residui di legno dai quali sono stati realizzati i pellet”, ha affermato il Consiglio di Stato. “Senza tali informazioni, la provincia non poteva escludere che i residui di legno e quindi i pellet potessero essere considerati rifiuti.”

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli