NL

NL

La catena Wagamama a rischio bancarotta?

Triplecaña, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La catena britannica di cibo asiatico, Wagamama, che conta dieci filiali nei Paesi Bassi (di cui quattro ad Amsterdam) avrebbe avuto problemi finanziari a causa di una combinazione di (vecchi) debiti e dei lunghi lockdown per il coronavirus, dice il Parool che cita un’indiscrezione del quotidiano finanziario FD.

Le misure di sostegno del governo si sono rivelate insufficienti per aiutare la catena che l’anno scorso avrebbe subito perdite per quasi 700.000 euro. Nel 2020 erano state circa 3,2 milioni di euro.

Gli azionisti avrebbero saputo di recente che l’indennità per costi fissi era passata da 1 a 1,5 milioni di euro in meno rispetto all’importo necessario per coprire i costi. Anche il debito fiscale di Wagamama è salito a circa 4 milioni di euro a causa di differimenti fiscali, scrive FD.

Wagamama avrebbe fatto richiesta del Wet Homologatie onderhands akkoord (Whoa) una legge che sostiene le aziende sull’orlo della bancarotta e consente un accordo privato tra azienda e creditori. I ristoranti rimarranno aperti durante la procedura.

Wagamama  è un franchising e anche uno dei principali azionisti delle undici filiali nei Paesi Bassi e in Belgio.  

SHARE

Altri articoli