Le istituzioni finanziarie devono fronteggiare le conseguenze del cambiamento climatico e intraprendere la conversione verso un’economia a emissione-zero, ha dichiarato la Banca Centrale olandese giovedì.

La banca intende includere i rischi relativi ai cambiamenti climatici nelle regolamentazioni ufficiali, con “l’obiettivo di assicurare una stabilità finanziaria sostenibile”, ha dichiarato.

Un rapporto recente da parte degli analisti della banca riguardo i frequenti cambiamenti delle temperature atmosferiche e l’innalzamento del livello della banca, ha mostrato che l’impatto avrà conseguenze sull’assetto finanziario da diversi punti di vista.

Inoltre, le conseguenze dei trattati di Parigi finalizzati a limitare le emissioni di CO2 “porteranno rischi per il settore finanziario per ciò che riguarda le polizze assicurative e gli sviluppi tecnologici”, ha riportato la banca. “Il mercato della finanza ecosostenibile sta emergendo con opportunità e difficoltà“.

Per esempio, gli assicuratori olandesi avranno a che fare con possibili azioni legali per danni dovuti ai cambiamenti climatici. Risulta difficoltoso stimare le conseguenze dell’innalzamento delle temperature, che potrebbe essere stato sottovalutato.