Photo: screenshot YT- persconferentie CC 2.0

Il programma Nieuwsuur ha scovato un potenziale conflitto di interessi che riguarda l’attuale ministro della salute, Ernst Kuipers,  che avrebbe lavorato fino a un mese fa in una fondazione che ha finanziato Breathomix, società con la quale il suo dicastero sta conducendo una battaglia legale.

I test del respiro di Breathomix sono stati utilizzati per un breve periodo dai GGD e durante l’Eurovision Song Contest per rilevare il Covid ma secondo il ministero, i dispositivi non funzionavano correttamente. Un grosso ordine è stato quindi annullato. Breathomix chiede ora 24 milioni di euro al Ministero della Salute per inadempimento contrattuale.

Quando Breathomix ha convocato il ministero, alla fine di novembre, Kuipers aveva diversi lavori secondari presso organizzazioni coinvolte in Breathomix e secondo Nieuwsuur, sarebbe stato direttore di vigilanza presso la fondazione CBusinez, che ha concesso a Breathomix un prefinanziamento di 100mila euro per gli apparecchi. Un co-direttore di CBusinez è attualmente ancora nel comitato consultivo di Breathomix.

L’ospedale Erasmus MC, di cui Kuipers era il direttore, ha condotto vari test con quell’apparecchiatura. Quelle prove sono state pagate dalla Fondazione Erasmus tra le altre, di cui lo stesso Kuipers era un supervisore. Il conflitto di interessi è piuttosto evidente: fino a poco tempo, Kuipers era quindi direttore di organizzazioni che hanno investito in Breathomix, ma come ministro ora deve assicurarsi che il ministero non debba pagare l’azienda.

Secondo il ministero, il macchinario, un prototipo di test Covid del fiato, sarebbe stato alterato da Breathomix e i risultati manipolato, ha riferito il Financieel Dagblad all’inizio di questa settimana. Il direttore della società nega e dice che c’è stato un errore umano. Secondo il dirigente, se il ministero non pagherà, la società finirà in bancarotta.

Kuipers sostiene di aver lasciato tutti gli incarichi quando è diventato ministro e di non essere stato a conoscenza, in precedenza, della relazione tra Cbusinez e Breathomix. Eppure, secondo il professore e consulente organizzativo Rob van Eijbergen, che svolge attività di ricerca sull’integrità delle organizzazioni. “In qualità di commissario, Kuipers era responsabile dei flussi di finanziamento, anche a Breathomix. Il mio consiglio sarebbe di trasferire il fascicolo a un altro ministro“, dice a Nieuwsuur.