Questo lunedì il governo del Kosovo e l’Ufficio Europeo di Polizia (EUROPOL) hanno firmato un accordo di collaborazione volto a combattere la grande criminalità. Questo è un avvenimento molto importante per la relazione tra Kosovo e EU. Lo riporta il governo del Kosovo

Infatti, mentre Albania, Montenegro, Serbia e la Macedonia Settentrionale non sono membri dell’UE ma hanno ufficiali di collegamento con l’EUROPOL, il Kosovo era l’unico paese dei Balcani Occidentali senza un accordo di cooperazione con la polizia europea. Pur continuando a non essere un membro dell’UE, questo accordo potrebbe rappresentare un passo avanti per l’adesione del Kosovo all’UE. 

Secondo il Ministro dell’Interno del Kosovo Agim Veliu questo accordo metterà la nazione alla pari di altri Paesi della regione in tale settore. Veliu sostiene anche che fino ad ora il Kosovo abbia sofferto della mancanza di uno scambio di informazioni in tempo reale per prevenire le attività criminali. Questa collaborazione rafforzerà la capacità del paese di combattere il crimine organizzato, il terrorismo e altre forme di crimine. 

Secondo l’ambasciatrice Pristina Nataliya Apostolova l’accordo migliorerà il livello di cooperazione tra l’UE e il Kosovo.