No machine-readable author provided. Luna04~commonswiki assumed (based on copyright claims)., CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

La cittadina di Kortrijk, a soli 10 km dal confine e adiacente alla quarta metropoli francese (Lille / Roubaix / Tourcoing) è sempre stata popolare tra i visitatori francesi, dice VRT ma con il lockdown ancora in corso in Francia e molti chiusi, a differenza del Belgio, molti più frontalieri attraversano il confine e da Lille si recano a Kortrijk.

Si potrebbe dire che questa è una buona notizia per commercianti e proprietari di ristoranti e bar nella città fiamminga occidentale, tuttavia, non tutti i visitatori francesi rispettano le misure del coronavirus come l’uso di mascherine all’interno dei negozi e il distanziamento e ciò ha portato a tensioni tra il personale dei negozi e “francesi arroganti”, come li descrive un negoziante belga a VRT. Per risolvere questo problema, le autorità cittadine di Kortrijk dispiegheranno personale extra in strada a partire da lunedì 17 maggio.

L’Assessore Arne Vandendriessche ha dichiarato al quotidiano “Het Laatste Nieuws” che “sono i benvenuti. Ma dovrebbero osservare le misure Covid proprio come tutti noi ”.

“Alcuni dei visitatori francesi sono molto arroganti e si rifiutano di seguire le regole”, si lamentano alcuni negozianti, “si siedono attorno ai tavoli in gruppi troppo grandi (4 persone per tavolo è il massimo) o si rifiutano di prendere un carrello o un cestino”.

Da lunedì 17 maggio altri 10 steward saranno impiegati a Kortrijk e non saranno posizionati solo ai punti di ingresso alla zona pedonale dello shopping, ma si sposteranno nel centro della città per tenere d’occhio le cose.