+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

KONINGSDAG

Koningsdag, quando è nata la Festa Nazionale d’Olanda?

di Sofia Raisaro

 

Oggi l’Olanda è tinta di arancione, il colore della casata regnante degli Oranje-Nassau, per celebrare la Festa del Re (Koningsdag). Le strade verranno invase dalle bancarelle dei vrijmarkt (i mercatini liberi), da concerti e eventi speciali, da olandesi e visitatori in festa. Ma quali sono le origini di questa festività, conosciuta in tutto il mondo per la “febbre arancione” che investe l’ intero Paese?

Innanzitutto il Konigsdag,  è tale solo a partire dal 2013, anno in cui la regina Beatrix ha abdicato in favore del primogenito Guglielmo Alessandro. Fino all’anno precedente, la festa prendeva il nome di Koninginnedag, Festa della Regina. Oltre a un cambio di genere, si è verificato poi anche un cambio di data. Anzichè essere celebrato il 30 aprile come da tradizione, a partire dall’anno scorso si festeggerà infatti il 27 aprile, giorno del compleanno del nuovo re.

Essendo infatti una festività fondamentalmente legata alla data di nascita dei regnanti, non si tratta del primo cambiamento nella storia della celebrazione.

Partiamo dalle lontane origini. La festività è stata osservata per la prima volta nel lontano 31 agosto 1885. In occasione del quinto compleanno della principessa Guglielmina, si tenne infatti il primo Prinsessedag o Giorno della Principessa. L’iniziativa nacque in ambienti liberali che cercavano un mezzo per promuovere il senso di unità del paese, di fronte a una monarchia, quella del re Guglielmo, molto impopolare. JWR Gerlach, direttore del quotidiano Utrechts Provinciaal en Stedelijk Dagblad, propose quindi di sfruttare il giorno del compleanno della piccola principessina come occasione di riconciliazione nazionale, suggerendo di fare sfilare la bambina tra le strade della città per salutare amichevolmente la folla. Questo evento fu un vero successo. Vedi il pattriottismo esasperato che da allora ogni cittadino olandese inscena ad ogni festa nazionale.

  NETHERLANDS-ROYAL_2550992k

Nel 1949 si verificò un primo cambio di data: il 30 aprile, giorno del compleanno della regina Giuliana che regnava in quel periodo, divenne la data ufficiale della Festa della Regina. Data che venne mantenuta anche dopo l’abdicazione della Regina Madre nel 1980 dalla figlia Beatrice, sia in segno di rispetto, sia per consentire, come da tradizione, i festeggiamenti all’aperto, cadendo il suo compleanno nel freddo mese di gennaio. Beatrix decise tuttavia di alterare l’abitudine materna di ricevere una parata floreale nel palazzo reale, sostituendola con la visita annuale ad una città olandese, per essere più vicina nei festeggiamenti ai suoi sudditi.

Ma il Koninginnedag non è sempre stato un giorno felice. Nel corso degli anni si sono talvolta verificati disordini che hanno minacciato la serenità del paese. Come nel 1988, quando tre militari britannici di stanza in Germania, temporaneamente in Olanda per il Koninginnedag, furono uccisi da una serie di attacchi dell’Esercito Repubblicano Irlandese. O nel 1996 quando nella città di Rotterdam, a causa di una serie di scontri e violente manifestazioni della squadra locale del Feyenoord, le celebrazioni furono frenate da severe restrizioni sul consumo di alcool. O ancora nel 2001 quando la visita reale alle cittadine di Hoogeveen e Meppel fu rinviata a causa di un focolaio di afta epizootica.

L’ultimo grave episodio si è verificato nel 2009, con il primo attentato alla famiglia reale olandese: il 30 aprile di quell’anno, Beatrix e altri membri della famiglia si trovavano nella città di Apeldoorn, quando il 38enne Carso Tates si diresse ad alta velocità contro la folla che assisteva al passaggio del corteo, investendo alcuni spettatori e perdendo a sua volta la vita. Nessun membro della famiglia reale rimase ferito. Quel giorno, in seguito al regicidio mancato, tutti gli eventi nel resto dei Paesi Bassi vennero cancellati e le bandiere  poste a mezz’asta in segno di lutto.

Non tutti sanno inoltre che il Koningsdag viene annualmente celebrato anche all’altro capo del mondo, ad Aruba, Curaçao e Sint Maarten, paesi che fanno formalmente parte del Regno dei Paesi Bassi.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!