Il ministro della salute, Frank Vandenbroucke ha chiarito che il concetto di “knuffelcontact”, persone strette, fuori dal circolo familiare, con la quale poter avere un’interazione senza dover rispettare le regole di distanziamento sociale, possono essere anche bambini.

Il chiarimento potrebbe avere delle conseguenze sul modo in cui i belgi possono celebrare il Natale, dice VRT. Le regole del “knuffelcontact” (termine difficile da tradurre in italiano con una sola parola) non sono così chiare, nemmeno per i politici. Nei giorni passati aveva fatto scalpore sui social il sindaco di Ostende Bart Tommelein (Open VLD) perché aveva condiviso un video su Facebook dove mostrava come celebrava Sinterklaas: in compagnia di due nipoti.

Uiteraard ben ik bereid om toe te geven dat ik onbewust en ongeweten deze richtlijn op 6 december niet heb opgevolgd….

Pubblicato da Bart Tommelein su Mercoledì 23 dicembre 2020

Tommelein si è scusato per aver violato la legge (e probabilmente, anche per aver dimostrato di non conoscerla). Certo, il decreto ministeriale del 28 novembre non menziona espressamente i bambini, dice VRT: “Ogni famiglia può ricevere un massimo di una visita [dal knuffelcontact n.d.r] e lo stesso stretto contatto mantenuto in modo sostenibile per membro di famiglia, ogni 6 settimane alla volta in casa o in una struttura”.

Molti pensavano che i bambini di età inferiore ai 12 anni fossero un’eccezione a questa regola, perché spesso sono risparmiati dalle misure corona ma a quanto pare, dice VRT, non sono risparmiati affatto quando si parla di spazi al chiuso.

L’esempio più pratico: un nonno deve scegliere tra figlio o nipote come “knuffelcontact”. “Sorprende le persone, ma in realtà lo diciamo da settimane”, ha detto il ministro al programma Terzake.  “Evidentemente non l’abbiamo ancora chiarito abbastanza.”

“Noi persone anziane con nipoti, dovremmo davvero stare attenti.” Perché? “I bambini più piccoli possono trasmettere il Covid”, anche se si ammalano più di rado, afferma Vandenbroucke. Ovviamente, questa regola vale solo per gli spazi interni.

Con l’avvicinarsi delle festività, questo chiarimento potrebbe avere un impatto su come le famiglie possono celebrare il Natale. Il 24 e il 25 dicembre una famiglia può ricevere solo una visita “esterna”. Per i single, le visite possono essere due.