The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NES

KLM riduce i voli diretti in Cina. Rotta per Pechino rimane regolare



Source pic: Wikipedia

La compagnia aerea di bandiera olandese KLM ha iniziato a cancellare i voli diretti verso la Cina a causa del Corona virus, fa sapere NU. Dal 30 gennaio quelli in partenza dall’aeroporto di Amsterdam Schiphol verso le città di Chengdu e Hangzhou sono sospesi, così come quelli per Xiamen. Inoltre gli aerei diretti verso Shanghai saranno ridotti da 11 a 7  dal 29 febbraio. I 7 voli settimanali, invece, per Beijing, resteranno invariati. KLM ha normalmente voli diretti verso le città di Beijing, Chengdu, Hangzhou, Shanghai e Xiamen e nelle vicinanze di Hong Kong.

KLM sta seguendo lo sviluppo del Corona virus ed è in contatto con le autorità sanitarie nazionali e internazionali. Non c’è motivo di sospendere del tutto il traffico aereo” ha fatto sapere la compagnia tramite un comunicato. Inoltre KLM ha fornito al proprio personale mascherine e permetterà ai viaggiatori di modificare o cancellare i voli diretti in Cina. La decisione della compagnia olandese è in linea con quella presa dalla British Airlines in seguito alle raccomandazioni del governo britannico. Quello olandese non ha ancora emesso nessun comunicato riguardo i viaggi verso la Cina.

Il ministro Bruno Bruins per le cure mediche ha dichiarato che il Corona virus è classificato come malattia di tipo A. RIVM ha fatto sapere di aver aumentato il livello di vigilanza e di essere attrezzati ad affrontare l’emergenza, come recentemente riportato da 31mag. Nonostante la maggiore vigilanza, nessun passeggero sarà sottoposto a controlli all’aeroporto di Schiphol. Bruin ha affermato che l’igiene e lo stare lontano dai malati sono misure più efficaci rispetto alle maschere. Inoltre i controlli all’aeroporto sono un mezzo inefficace, per cui non sono stati portati avanti.

La Commissione Europea ha inviato due aerei per rimpatriare i cittadini in Europa dalla provincia di Hubei, lontana dall’epicentro del virus. Il ministero degli esteri ha fatto sapere che 20 olandesi si trovano a Wuhan. Fino a mercoledì 29 gennaio, 132 persone sono morte per il virus, mentre 5974 sono state infettate. Nel resto del mondo ci sono poche dozzine di casi riscontrati.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!