L’eccezione della compagnia aerea KLM contro una sanzione per aver formato un cartello è stata respinta dal Tribunale dell’Unione europea: insieme ad Air France e Martinair, KLM deve pagare più di 325 milioni di euro per aver fatto una combine sui prezzi per il trasporto merci, dice NOS.

Anche altre otto compagnie aeree sono state multate per tali violazioni: secondo la Commissione europea, le società hanno stipulato accordi tra il 1999 e il 2006 su supplementi carburante e sicurezza. Insieme hanno dovuto pagare quasi 790 milioni di euro.

KLM, Air France e Martinair si sono opposte senza successo alle accuse e all’entità dell’ammenda. Altre compagnie aeree, tra cui British Airways e Japan Airlines, invece, hanno vinto i ricorsi.

Le compagnie aeree possono ancora appellarsi alla Corte di giustizia europea: KLM afferma che sta valutando la possibilità di fare questo passo e sottolinea che le accuse di combine  risalgono a più di 20 anni fa.