A causa dei piani di riduzione del governo per Schiphol, KLM dovrà probabilmente ridurre in modo significativo la sua rete di destinazioni, dice RTL: la compagnia aerea pensa che circa 25 rotte europee dovranno essere cancellate e con esse, almeno cinque destinazioni più lontane.

La contrazione significherebbe che la rete dovrebbe ridursi di circa un quinto. Il governo vuole ridurre il numero totale   da un massimo di 500.000 a 440.000 voli all’anno. Questo per limitare l’inquinamento acustico e l’impatto sull’ambiente e da compagnia con il maggior numero di voli, KLM sarà la società più colpita.

Uno scenario possibile è la cancellazione di circa 25 destinazioni europee tra le quali Kiev, Porto e Belgrado mentre Montreal, Boston, Taipei e Osaka sono le tratte a lungo raggio a rischio.

La compagnia parla di un “danno considerevole” alla sua rete, tanto più che KLM risentirebbe sul bilancio dei numerosi passeggeri in trasferimento che volano, ad esempio, dall’Asia via Schiphol verso un’altra destinazione in Europa. “Negli ultimi anni, abbiamo aggiunto connessioni uniche per rendere redditizio il traffico in Europa e rendere KLM finanziariamente sana”.