NL

NL

KLM chiede di coprirsi a donne che allattano: turbano alcuni passeggeri. Pioggia di critiche sui social

Può l’allattamento in pubblico diventare un problema proprio in Olanda? Può, stando almeno alla bufera in cui è finita KLM per aver imposto una policy “casta” per quelle mamme che decidessero di allattare i loro bambini a bordo. Allattare, quindi, va bene. Basta ci si copra, spiega la compagnia di bandiera.

D’altronde, spiegano, ci sono persone che si sentono a disagio con una donna che nutre il suo bambino. E ci sono state persino lamentele in passato. Ma non tutti condividono questa preoccupazione e allora, insieme ai commenti indignati sul web, sono arrivate anche le richieste di boicottaggio.

Stando ad Het Parool, la polemica sarebbe iniziata domenica con un post su Facebook dell’American Shelby Angel: la donna ha avvertito le neo-mamme di non volare con KLM se stanno ancora allattando al seno. Stando a quanto riporta la donna, il mese scorso, su un volo da San Francisco ad Amsterdam con suo figlio di un anno ha avuto un conflitto con un assistente di volo che le ha chiesto di coprirsi porgendole una coperta.

La portavoce di KLM Manel Vrijenhoek ha spiegato al giornale che “tutti a bordo dovrebbero sentirsi a loro agio”: una compagnia aerea internazionale attira semplicemente persone di diversa estrazione a bordo. “Sei in uno spazio molto piccolo con molte persone, a volte sono necessari compromessi. Noi siamo responsabili della sicurezza. “

 

Per KLM il problema non si pone: non è vietato allattare i bambini a bordo ma le donne dovranno coprirsi se il personale di bordo lo riterrà opportuno. “Ci sono anche altre soluzioni. Potremmo chiedere alla persona che si sente turbata di sedere altrove”.

E le donne con “scollature audaci”, anche a loro sarà chiesto di coprirsi chiedono provocatoriamente alcuni utenti.

 

SHARE

Altri articoli