Ucraina e Russia si trovano faccia a faccia in una causa intentata da Kiev presso la Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja,  per “l’aggressione militare russa” a proposito della Crimea ed il pagamento di un risarcimento per tutti gli “eventi fatali” avvenuti, tra cui l’abbattimento del volo MH17 del 2014, riporta il quotidiano olandese AD. Secondo l’Ucraina, la Russia ha violato due convenzioni internazionali in materia di finanziamento del terrorismo e discriminazione razziale. Kiev accusa Mosca di “annessione illegale” della Crimea, “fornitura illegale di armi” ai separatisti e discriminazione contro ucraini e tartari in Crimea.

L’Ucraina chiede la restituzione della Crimea e il divieto di qualsiasi forma di interferenza della Russia con i separatisti.  Quanto alla vicenda dell’NH17, i risultati preliminari di un’indagine internazionale sul disastro hanno concluso che l’aereo è stato abbattuto all’interno di una zona, in territorio ucraino, controllata dai separatisti. L’aereo è stato colpito dal sistema missilistico russo BUK che gli investigatori sono stati in grado di monitorare, riscontrandone uno spostamento dal confine russo verso l´area in cui è stato abbattuto l´aereo, per poi rientrare subito dopo il disastro.

Mosca ribatte definendo le accuse “prevenute e politicamente motivate”. Secondo il Cremlino, nessun sistema missilistico ha mai attraversato il confine tra Russia e Ucraina.

Il ministro degli Esteri di Kiev, Pavel Klimkin afferma che l’Ucraina ha scelto la strada alla Corte internazionale di giustizia, perché tutti gli altri mezzi sarebbero stati esauriti. “Per oltre due anni abbiamo cercato di risolvere il conflitto attraverso i negoziati, ma la Russia non cesserà le sue violazioni dei diritti umani”, sostiene il ministro.

La Corte internazionale di giustizia è l’organo giudiziario principale all’interno delle Nazioni Unite e si trova nel Palazzo della Pace a L’Aia. La corte ha 15 giudici che governano sulle controversie legali tra i paesi. In caso di sentenza della corte, l’esito sarebbe vincolante per tutte le parti senza alcuna possibilità d´appello.