Il pubblico ministero di Katwijk ha ribadito in tribunale ad un 40enne affetto da autismo che non può coltivare cannabis, dice Omroepwest.

La vicenda, dice il portale, riguarda un uomo che ha trovato beneficio dal consumo di marijuana dopo anni di terapie andate a vuoto. Tuttavia, ne consuma 5 grammi al giorno e per questo ha iniziato l’autocoltivazione, spiega il portale.

Jeffrey, questo il nome dell’uomo, ha anche ricevuto il via libera dal medico che dice come il paziente risponda bene a quella terapia. Tuttavia, la coltivazione di cannabis, in Olanda, è vietata e nonostante si sia autodenunciato, Jeffrey non ha ottenuto un’esenzione.

Invece il pm l’ha rinviato a giudizio e venerdì scorso, durante la prima udienza, dice Omroepwest, l’uomo e il giudice hanno avuto uno scontro verbale; il togato avrebbe chiesto all’uomo da quanto tempo soffrisse di autismo e Jeffrey, seguito dalla sua avvocata, hanno lasciato l’aula. Mancanza di tatto, ha detto la sua legale.

Alla fine, l’udienza si è conclusa con il pm che ha chiesto una condanna senza pena. “La necessità medica non è sufficientemente motivata”, ha detto della coltivazione del 40enne. Secondo il tribunale, inoltre, la cannabis potrebbe essere ottenuta dalla farmacia con prescrizione medica ma i costi sarebbero troppo alti, ha sostenuto la difesa di Jeffrey.