CoverPic@Flickr

Il ministro della cultura Jan Jambon (N-VA) dà il via libera all’organizzazione di eventi di prova. Dal 28 aprile, il KVS sarà il primo teatro a ospitare di nuovo un pubblico in sala. Lo spettacolo Jonathan verrà rappresentato per 100 spettatori, ovvero il 20% della capacità totale del KVS Bol.

Gli spettacoli sono stati approvati come evento di prova e KVS testerà la qualità dell’aria nella sala. A tal fine, l’organizzazione collaborerà con la società Airvisor, che ha installato cinque sensori nella sala, per misurare i valori di CO2 e l’umidità relativa.

Migliorando la ventilazione nell’edificio, KVS spera che questi valori rimangano bassi, anche in presenza di un pubblico più numeroso. Se la prima settimana di test confermerà un rischio di diffusione delle infezioni basso, la capacità verrà aumentata al 40 e 50% la settimana successiva.

Il pubblico dovrà comunque indossare la mascherina protettiva. Prima dello spettacolo, verrà eseguito un test rapido e, la settimana successiva, i partecipanti dovranno sottoporsi a un test PCR. Richiedendo collaborazione da parte del pubblico, KVS ha deciso di non far pagare il prezzo del biglietto e di rimborsare i biglietti già pagati.

Anche il Toneelhuis di Anversa effettuerà successivamente una prova simile, in modo da poter confrontare i risultati.