Entro un anno, duecento supermercati Jumbo disporranno di un “banco chat”: chiunque abbia bisogno di fare due chiacchiere avrà tutto il tempo per farlo durante il checkout. La notizia delle “casse gentile” ha fatto il giro del mondo ed è stata ampiamente ripresa dai media italiani, dice AD.

Grande gesto solidale o trucco commerciale? “Per alcune persone potrebbe essere necessario”, scrive il quotidiano di R’dam. Nello Jumbo di Udenhout, un villaggio con forte accento religioso a nord di Tilburg, la catena gialla ha inaugurato il secondo supermercato con cassiere e cassieri “gentili”. Una chiaccherata in questo store di paese è già la norma ma in questo modo le persone si sentono un po’ meno in imbarazzo se si soffermano un po’ più a lungo alla cassa.

Da due anni a Vlijmen è in corso un esperimento di questo tipo e il successo è stato talmente grande che entro il prossimo anno una cassa del genere verrà aperta anche in altri duecento supermercati. Udenhout è stato il primo a farlo ieri.

Annie Kuijpers (72) va al Jumbo di Udenhout da 25 anni. Ci viene quasi tutti i giorni ed è contenta dell’iniziativa, dice AD: “Non che lei stessa sia necessariamente così sola, ma per alcuni abitanti del villaggio può essere molto utile”, dice.

Jumbo afferma in un comunicato stampa che vede “un ruolo per sé nella lotta alla solitudine”: l’azienda è anche parte della Nationale Coalitie tegen Eenzaamheid, iniziativa del Ministero della Salute, del Welfare e dello Sport. “Come azienda familiare e catena di supermercati, siamo al centro della società”, afferma il management e membro della famiglia Colette Cloosterman-Van Eerd. “I nostri negozi sono un importante luogo di incontro per molte persone e vogliamo giocare un ruolo nell’identificare e ridurre la solitudine”.

Anche Albert Heijn, dal 2016 offre corsi allo staff per diventare “più sensibili alla demenza”, patologia di cui soffrono molti anziani, in collaborazione con Alzheimer Nederland.

Comunque: l’azienda di Veghel, che negli anni è diventata anche proprietaria di C1000, La Place e Hema, stanno affrontando a fondo la questione, dice AD: per determinare dove vada aperta una cassa speciale, Jumbo cerca in quali luoghi la solitudine sia un grosso problema.

Nel 2018 anche  Albert Heijn aveva escogitato qualcosa di simile: il ‘rustig-aan-kassa’ (con calma alla cassa): l’esperimento, durato 12 settimane, aveva avuto luogo ad Oosterhout.

“Per i single, le persone che lavorano da casa o i genitori che crescono i propri figli a casa, il supermercato è un buon posto per i contatti sociali. Vogliono prendersi il loro tempo per fare la spesa e non stare lì per qualche minuto”, diceva un esperto di marketing allora.