Per ottenere l’immunità di gregge, è fondamentale che la grande maggioranza della popolazione sia vaccinata. Eppure all’inizio della campagna di vaccinazione sembra che un folto gruppo di persone abbia dubbi sui vaccini o addirittura si opponga radicalmente alle vaccinazioni, scrive VRT.

Queste persone pongono, tuttavia, domande legittime a cui dobbiamo rispondere, afferma il professor Jelle van Buuren, docente olandese di security studies; secondo van Buuren sarebbero due i gruppi tradizionali nei Paesi Bassi che si oppongono ai vaccini: credenti e persone impegnate nello “spirituale”, con gruppi assimilabili a gruppi religiosi

“Dalla crisi Covid, abbiamo un terzo gruppo”, afferma van Buuren a VRT. “Queste sono persone che hanno difficoltà con le misure anticovid in quanto tali. Hanno anche iniziato a dubitare del virus: è vero? da dove viene? c’è qualcosa dietro? Sono anche diventati molto critici nei confronti dei vaccini, il che porta al rifiuto dei vaccini “.

Nel complesso, ciò riguarda un gruppo relativamente ampio. “Nei Paesi Bassi, dal 10 al 15% dichiara di non volere affatto un vaccino, un secondo gruppo dal 10 al 15% ha seri dubbi e il 60 per cento vorrebbe farsi vaccinare. In Belgio, queste cifre potrebbero essere simili”.

Sarebbero, quindi, molti quelli che nutrono dubbi: “Quindi c’è un folto gruppo di dubbiosi che hanno naturalmente domande legittime: come è possibile che un vaccino sia stato sviluppato così rapidamente? E’ sicuro? E’ stato ben testato?”

Ci sono anche critiche legittime all’industria farmaceutica. Nel complesso, dice van Buuren, se tutto filerà liscio con il programma di vaccinazioni, alla fine gran parte degli scettici si convincerà e lascerà solo un un piccolo nocciolo duro che assolutamente non lo vuole.

“Devi prendere sul serio le preoccupazioni delle persone, quelle sono domande ordinarie a cui devi rispondere”, dice l’esperto.

L’intero dibattito è molto polarizzato, afferma van Buuren a VRT e il ruolo dei media è molto importante in questo. “Devi prendere sul serio le preoccupazioni delle persone; queste sono domande ordinarie a cui devi rispondere perfettamente. Inoltre, devi riconoscere che c’è un piccolo gruppo di persone che hanno già preso posizioni così estreme e quelli, non ci sarà verso di convincerli”. Il consiglio ai media, quindi, è quello di concentrarsi sul riportare i fatti in maniera oggettiva