NL

NL

IVA (più che) raddoppiata per cultura e hotel; tagli alla stampa: le misure annunciate dal governo di Wilders

La nuova coalizione di destra-estrema destra formata da PVV, VVD, NSC e BBB ha annunciato l’intenzione di aumentare l’IVA su beni culturali e servizi alberghieri. L’aliquota fiscale per libri e spettacoli dal vivo passerà dal 9% al 21%, e lo stesso aumento verrà applicato alle tariffe degli hotel.

Le reazioni dei settori coinvolti sono state di grande preoccupazione. La Koninklijke Horeca Nederland ha parlato di “un nuovo colpo” per il settore alberghiero, già duramente colpito dagli aumenti dei costi e dagli effetti della pandemia. La Vereniging Nederlandse Poppodia en Festivals ha espresso timori che questo aumento renda le attività culturali accessibili solo ai ricchi, dice NOS. CPNB (l’organizzazione del libro olandese) prevede un aumento dei prezzi e una diminuzione delle vendite, mettendo ulteriormente sotto pressione la competenza di lettura. Anche la Vereniging van Schouwburg- en Concertgebouwdirecties ha manifestato preoccupazione, sottolineando che i teatri e le sale da concerto contribuiscono significativamente al miglioramento del clima di insediamento auspicato dai partiti.

I sindacati, tra cui FNV Media & Cultuur, avvertono di possibili perdite di posti di lavoro e di una maggiore incertezza finanziaria per i lavoratori del settore. La Nederlandse Vereniging voor Journalisten prevede effetti negativi sull’accessibilità e la qualità del giornalismo, dato che sono previsti tagli di 100 milioni di euro alla radiodiffusione pubblica e un aumento dell’IVA su giornali e riviste.

Secondo un’analisi di René Goudriaan, un aumento dei prezzi dovuto all’incremento dell’IVA porterà inevitabilmente a una diminuzione dei visitatori nei musei e nei teatri. Si prevede che l’aumento dell’IVA sarà trasferito sui consumatori, con una conseguente diminuzione delle vendite di biglietti tra il 3% e il 10%, a seconda del settore.

Barbara Baarsma, economista dell’Università di Amsterdam, ha sollevato dubbi sulle motivazioni della coalizione, chiedendosi se si tratti di tagli di bilancio o di una ridistribuzione dei fondi. Ha inoltre evidenziato che escludere cinema e aree di campeggio dall’aumento dell’IVA potrebbe essere visto come un trattamento disuguale rispetto ad altre strutture culturali.

L’aumento dell’IVA entrerà in vigore nel 2026 e si stima che genererà circa 2,2 miliardi di euro per le casse dello Stato.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli