Una notte di tranquillità dopo tre giorni di fuoco, è questo il bilancio della quarta serata di coprifuoco in Olanda, dice NOS. Secondo la polizia, nonostante la situazione sia stata senza note particolari, 131 persone sono comunque finite in manette e gli scontri non sono mancati.

La maggior parte degli arresti sono stati effettuati a Rotterdam, dice NOS: solo lì, sono finite in manette 81 persone. A Hilversum e Rotterdam, l’uso dell’ME, il nucleo antisommossa, ha avuto un effetto, dice la polizia. 

Secondo gli agenti, la maggior parte delle persone arrestate ieri ha meno di 25 anni ed è finita in manette per violenza e rifiuto di obbedire ad ordini dell’autorità. Gran parte dei giovani sospettati di aver organizzato gli scontri online è minorenne.

Intanto, la polizia sta ancora cercando 50 sospetti degli scontri di Den Bosch, dei quali ha le immagini ma non è ancora riuscita a risalire all’identità, dice NOS. Durante la giornata di ieri sono stati eseguiti diversi arresti preventivi.