Sabato 2 gennaio, prima della riapertura delle scuole, i partner fiamminghi dell’istruzione si riuniranno di nuovo per vedere se è necessario un ulteriore rafforzamento delle misure o se sarà nuovamente possibile un’istruzione frontale a partire dal 15 gennaio, dice VRT. Ha detto il ministro fiammingo dell’Istruzione Ben Weyts dopo la conferenza stampa del Comitato.

La decisione del governo, per il momento, è quella di non prolungare le vacanze di Natale. Una buona cosa, pensa Weyts. “Con il divario di apprendimento attuale, non possiamo permetterci più periodi di chiusura delle scuole. Non ci sono prove scientifiche concrete per accusare le scuole per l’aumento dei  contagi. Tuttavia, esistono prove scientifiche concrete sull’impatto che hanno le scuole chiuse ”

Il ministro sottolinea che le cifre di contagio all’interno delle mura scolastiche sono relativamente buone.