Il dipartimento per la sicurezza della provincia di Groeningen, i consigli per le acque e le associazioni di cittadini hanno richiamato l’attenzione del governo olandese in merito alla riduzione dei metri cubi di gas da estrarre nell’area frequentemente colpita da terremoti.

Stando a quanto riporta  uno studio dell’associazione GIC, le parti coinvolte sono convinte che la recente decisione del  Ministro dell’Economia Henk Kamp di stabilire un limite massimo di 24 milioni di metri cubi di gas estraibile per i prossimi 5 anni, non sia sufficiente a mettere in sicurezza la regione.

Gli abitanti di Groningen hanno esposto la loro opinione mettendo in luce i forti dubbi e la ridotta attenzione che viene prestata a sanità pubblica, prevenzione degli effetti psicologici che tali terremoti provocano sui residenti, nonchè l’impatto devastante che hanno su economia e qualità della vita.

Gli interessati hanno richiesto,inoltre, alla Provincia che vengano affidati conferiti loro maggiori poteri. Il Ministro Kamp dovrà tenere presente tutto ciò nel momento in cui prenderà la decisione finale sull’estrazione di gas nella Provincia, prevista per i primi di Ottobre.