NL

NL

Involtini, pere cotte e stollen: in Olanda si organizzano i primi cenoni senza restrizioni Covid

Dopo due anni di Natale in isolamento, è tempo per molte persone di tornare ad organizzare cenoni “seri”: secondo Albert Heijn  nelle ultime settimane sul suo sito web sono state cercate soprattutto ricette di involtini, pere cotte, cocktail di gamberi, boeuf bourguignon e sgroppino. Aldi dice che soprattutto gli stollen, gli involtini e i dessert natalizi stanno andando a ruba, riporta NOS.

L’anno scorso, secondo l’agenzia di ricerca GfK, gli olandesi avevano speso circa 778 milioni di euro nei supermercati durante il periodo natalizio, un quarto in più rispetto a una settimana normale. Con i ristoranti chiusi a causa delle restrizioni Covid, l’ultimo biennio aveva visto un picco di cene natalizie a casa.

A causa dell’inflazione, il prezzo è diventato un fattore molto importante per i clienti e i supermercati si sono adeguati: secondo Albert Heijn, il budget per la cena di Natale è di circa 10 euro a persona: da ampio a moderato. I discount hanno visto aumentare il numero di clienti quest’anno. Macellai ed altri negozi specializzati, dice ancora NOS, vedono una grande presenza di clienti ma l’acquisto consapevole sembra sia quello premiato.

 

SHARE

Altri articoli