#rights

#rights

“L’eutanasia è questione di dignità e di rispetto del rapportro tra medico e paziente”

di Massimiliano Sfregola

L’Olanda è Paese ben noto per le sue “legalizzazioni” e per il pragmatismo in campo etico ma se alcune politiche liberali, come quelle su prostituzione e cannabis, hanno anticipato decisioni analoghe in mezzo mondo, per l’eutanasia, al contrario, il modello olandese rimane a 15 anni dalla sua introduzione un caso quasi unico. Ad oggi, solo nei Paesi del Benelux  è consentita la dolce morte, praticata con l’ausilio di un medico, mentre nel resto del mondo, con l’eccezione della Svizzera dove è legale il suicidio assistito, l’eutanasia rimane un argomento taboo.

“Per una questione etica di questa delicatezza, la cultura religiosa ha avuto certamente la sua influenza nelle decisioni dei governi” dice a +31mag.nl Flip Sutorius, huisart di Haarlem. Sutorius è tra i medici olandesi che fin dagli anni ’80 accettano di praticare l’eutanasia. La depenalizzazione che il parlamento olandese approvò nel 2002, infatti, non fece altro che offrire un quadro normativo a pratiche già ampiamente cesellate dai tribunali fin dagli anni ’70.

“Il Toetsing levensbeëindiging op verzoek en hulp bij zelfdoding, non ha riconosciuto un diritto di disporre della  vita in capo al paziente “spiega Sutorius” ma stabilito i casi in cui non è perseguibile un medico che acconsentisse di praticare l’eutanasia. E’ una questione di dignità e di rispetto del rapporto tra medico curante e malato”. La legge in vigore, prevede che il parere positivo ad una richiesta di eutanasia sia soggetta ad una seconda opinione scientif…

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli