Interesse pubblico prevale su privacy: giudice autorizza pubblicazione controverso articolo su Mocro Maffia

Il quotidiano AD puo’pubblicare un articolo sul pentito Nabil B.  che contiene  una selezione tra migliaia di messaggi app che il testimone chiave ha scambiato dal carcere con la sua ragazza e la sua famiglia. B. aveva un telefono in cella tra settembre 2017 e febbraio 2018. Secondo l’Ad, l’articolo getta “una nuova luce sul ruolo”. Lo ha deciso questa sera in un procedimento sommario il tribunale di Amsterdam, in un procedimento promosso da Peter Schouten, avvocato di B. 

ADR Nieuwsmedia, di cui AD fa parte, afferma di essere stato citato dall’avvocato di B. secondo il quale la ricostruzione del giornale sarebbe fantasiosa. Il giudice ha affermato che il divieto di pubblicazione è un mezzo molto grave e che la liberta’ d’espression e l’interesse pubblico in questo caso prevalgono. Tuttavia, è stato necessario apportare alcune modifiche concrete, riferisce Het Parool.

Il caso è stato archiviato a porte chiuse su richiesta di Schouten e ADR Nieuwsmedia. Secondo Schouten, ciò era necessario per garantire la sicurezza di B. e della sua famiglia.

Il processo Marengp, in cui B. è un testimone chiave, proseguirà domani nel tribunale di massima sicurezza de distretto di Osdorp ad Amsterdam.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli