L’associazione studentesca ASC/AVSV non riceverà per il prossimo anno accademico i finanziamenti che l’Università riservano alle confraternite, dice NU.

La vicenda degli insulti sessisti pronunciati durante una cena della sorority, hanno scatenato un putiferio e costretto gli atenei dove l’associazione è attiva, ad intervenire.

La confraternita è attiva presso UvA, Vrij Universiteit e HvA e i fondi sospesi ammontano circa 15 mila euro. Al momento, non è chiaro per quanto durerà questa misura.

Dall’università di Amsterdam e dicono di essere molto delusi dalla situazione, soprattutto dopo il discorso effettuati sul cambiamento culturale che sarebbe dovuto avvenire all’interno dell’associazione.

Nel frattempo, una lettera firmata da 273 studentesse membri dell’associazione chiede un’indagine interna e possibilmente nella sospensione per i quattro iscritti ritenuti responsabili del discorso shock.

E non si tratterebbe di iscritti qualsiasi ma di mondi di picco all’interno della sorority per i quali potrebbe essere necessaria l’espulsione, dice NU.

ASC/AVSV ha un pessimo record per quanto riguarda i casi di donnismo: nel 2021, diversi studenti erano rimasti feriti dopo gravi abusi o umiliazioni subite durante riti di iniziazione.