The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Insegnanti delle primarie in sciopero, scuole chiuse. E’ la terza agitazione in due anni

Le scuole primarie e secondarie di tutto il paese resteranno chiuse venerdì per uno sciopero degli insegnanti a sostegno di migliori condizioni di lavoro e maggiori retribuzioni.

E’ il terzo sciopero nazionale in due anni e si aggiunge ad una serie di scioperi regionali in tutto il paese che hanno avuto luogo nel 2018. L’agitazione è stata convocata dalle sigle Aob e da FNV.

Non tutti gli insegnanti sostengono l’agitazione e CNV, la seconda sigla nazionale, non ha aderito per non influenzare le trattative in corso con il governo.

Gli insegnanti chiedono al governo di aumentare la spesa per l’istruzione di 4 miliardi di euro, o in alternativa vorrebbero che 560 milioni di euro fossero stanziati perportare gli stipendi delle scuole elementari in linea con quelli delle scuole superiori.

Altri finanziamenti andrebbero erogati, dicono i sindacati, per aumentare il personale di supporto e ridurre il carico di lavoro degli insegnanti. La carenza di docenti è un problema nei Paesi Bassi, con alcune scuole che chiudono classi perché non riescono a trovare insegnanti.

Altri distretti scolastici hanno considerato di accorciare la settimana e hanno fatto -addirittura- ricorso a genitori e altri dipendenti pubblici per compensare la carenza.

 

 


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!