A 51 anni l’insegnante della scuola Groene Welle a Zwolle è stato licenziato, dopo il ritrovamento nel suo ufficio di materiale pedopornografico. La magistratura ha avviato un’indagine su di lui, riporta De Stentor.

L’uomo è stato arrestato e interrogato dalla polizia all’inizio di Marzo. Sono stati sequestrati il suo computer e i suoi supporti dati, dove sono stati trovate immagini pornografiche e video di bambini, ha detto al giornale un portavoce del pubblico ministero.

L’insegnante ha informato la scuola di essere coinvolto nell’indagine. Dopo i colloqui con la dirigenza scuola, è stata presa la decisione di interrompere il rapporto di lavoro, ha detto a De Stentor Frida Hengeveld, direttore del Groene Welle. “Ci ha raccontato di aver fatto cose stupide nella sua vita privata e che ora prova rammarico”, ha detto Hengeveld. “La sicurezza e il rispetto sono i valori fondamentali della nostra scuola. Valori che non sono compatibili con un sospetto legato a un’indagine penale per pornografia infantile.” È per questo che la scuola ha deciso di licenziare immediatamente il docente.

Secondo il procuratore e la scuola, non v’è alcuna prova concreta che l’insegnante abbia abusato di bambini. Ha lavorato presso il dipartimento professionale di Groene Welle per diversi anni, lavorando con ragazzi di età dai 16 anni in su.

“Come tutti i nostri insegnanti, possedeva un certificato di buona condotta”, ha detto Hengeveld al giornale. “Investigheremo internamente nella nostra scuola riguardo ai possibili incidenti avvenuti con questo insegnante. E qualora rintracciassimo segnali sospetti, li segnaleremo alla polizia immediatamente. Stiamo pienamente cooperando”.