The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

“Inopportune: Stage two”. Le tigri morenti di Cai Guo-Qiang esposte fino al 19 aprile 2020

La spettacolare installazione “Inopportune: Stage two” propone nove tigri trafitte da decine di frecce e una scenografia a forma di montagna con un albero. I felini sono sospesi nello spazio e colti nel momento di morire.

Image: Cai Guo-Qiang, detail Inopportune: Stage two, 2004

L’artista cinese Cai Guo-Qiang (1957) evoca una reazione fisica e diretta nel pubblico: l’osservatore sente il dolore delle tigri trafitte dalle frecce.

Kröller-Müller ospita per la prima volta la mostra Inopportune: Stage two, al cui centro sta la complessa relazione tra l’uomo e il suo ambiente.

La cultura e la tradizione della sua terra natale, la Cina, sono importanti fonti di ispirazione per Cai Guo-Qiang. I cinque elementi (acqua, legno, metallo, terra e fuoco), i corrispondenti organi del corpo umano (reni, fegato, polmoni, stomaco e cuore) e i gusti salato, acido, aspro, dolce e amaro sono alla base del suo pensiero e della sua creatività.

Cai Guo-Qiang presenta un’opera molto personale in cui lavora spesso con la polvere da sparo e imponenti installazioni in cui presenta le sue reazioni al terrorismo, la violenza della guerra e, in questo caso, lo sterminio di specie animali.

Molte delle opere di Cai riguardano il rilascio di energia e la creazione di nuove possibilità attraverso la distruzione. L’idea di Cai è che, al di fuori del caos, l’umanità deve costantemente cercare un equilibrio con le forze dell’universo.

Oltre a Inopportune: Stage two, il museo espone anche il progettoMyth: Shooting the suns: Project for extraterrestrials no. 21 (1994).