Il clamore e l’indignazione per l’aumento di stipendio del CEO di ING Ralph Haters avrebbero aiutato in maniera sostanziale i piccoli istituti di credito olandesi, scrive Trouw.

ASN, parte di de Volksbank e Triodos hanno visto un’incremento sostanziale di richieste per l’apertura di un conto. Nel frattempo, ING sostiene di non aver registrato una fuga di clienti.

.
Secondo ASN al giornale, l’afflusso può essere spiegato direttamente dalla rabbia per l’aumento di stipendio di oltre il 50 percento per l’amministratore delegato di ING. “Da giovedì scorso, abbiamo visto un aumento decuplicato del numero di nuovi clienti rispetto al normale”, afferma Suzy Bosland di ASN.

Dei nuovi clienti circa un terzo è già in possesso di un conto di risparmio con ASN e ora vogliono trasferire le proprie operazioni bancarie interamente con una banca etica. “Due terzi delle domande sono di clienti nuovi”.

Clienti inferociti chiedono spiegazioni sulla pagina FB di ING

Anche con Triodos è molto più impegnata del normale: la banca segnala un raddoppio nel numero di domande rispetto alla media.

ING dice di non vedere alcun calo nel numero di correntisti anche se il servizio clienti ha confermato un’incremento sostanziale di richieste di spiegazione a proposito dello stipendio del CEO.

La migrazione verso altri istituti, spiega Trouw, potrebbe però essere visibile non subito: il cambio di banca avviene con l’apertura di un conto, quindi con la notifica al vecchio istituto di credito.

All’inizio del 2015 sia ING che ABN Amro erano sotto tiro dopo che le banche avevano deciso di aumentare gli stipendi dei dirigenti.