In una fattoria a Sint-Oedenrode in Noord Brabant le autorità hanno rilevato la presenza di influenza aviaria in alcuni polli. Il ministro dell’agricoltura ha comunicato che si tratta probabilmente di una variante pericolosa e altamente contagiosa, pochi mesi dopo un focolaio in alcune fattorie nella parte a est dei Paesi Bassi. 

La febbre ha colpito altri due allevamenti  di pollame nel raggio di un chilometro: le fattorie hanno ucciso tutti i loro polli per prevenire il contagio. L’autorità Olandese per il cibo e la sicurezza dei prodotti al consumo (NVWA) ha dato l’ordine. La fattoria infettata aveva 35000 animali e le due fattorie vicino rispettivamente 50000 e 470000.

Altre sette fattorie sono situate in un raggio di 3 chilometri da quella dei contagi e le autorità faranno dei test per capire se l’influenza aviaria sia arrivata fino a lì. Questo sabato, nei 10 chilometri intorno alla fattoria, è stato emesso un divieto di trasporto di polli e a causa del divieto non potranno essere trasportati gli uccelli, uova, letame e lettiere usate.

Le regole per prevenire l’aviaria sono già molto rigide ma fatti come questo rendono prevedono l’attivazione di protocolli ulteriori, tra i quali l’obbligo per gli allevatori di tenere gli animali al chiuso.