In Olanda l’alto carico di lavoro nel settore dell’assistenza sanitaria influisce sulla salute e sulla vita privata di più di 3/4 degli infermieri, secondo un’indagine dell’associazione V&VN compiuta su un campione di 17.000 infermieri.

Il 64% ha riportato che la qualità dell’assistenza sanitaria è messa a rischio dell’eccessivo stress, riporta AD.

Metà degli intervistati ha detto che l’eccessiva pressione lavorativa sta mettendo a rischio anche la salute dei pazienti. Per esempio, gli infermieri raccontano alcuni errori compiuti nel somministrare medicinali, e amettono che l’igiene non rispetta sempre gli standard.

Inoltre è stato menzionato un caso in cui una sola infermiera durante il turno di notte doveva farsi carico di 80 pazienti.

Oltre all’alto carico di lavoro causato dalla carenza di personale, le infermiere devono adempiere diversi compiti come l’infinita amministrazione, pulire il condizionatore e monitorare i frigoriferi. “Gli infermieri sentono un’enorme responsabilità nel prendersi cura dei pazienti a letto e nel controllare le altre cose necessarie”, ha riportato un portavoce di V&VN, secondo il giornale. Ciò comporta stress e carico eccessivo di lavoro.

La vita privata degli infermieri e la loro salute sono compromesse dallo stress lavorativo. Secondo l’indagine, l’11% degli infermieri desidera cambiare lavoro e il 31% ci sta pensando.

L’associazione V&VN vuole che il nuovo governo crei un piano di emergenza con un’attenzione particolare nel prevenire le dimissioni degli infermieri attuali e nell’assumere nuovo personale.