Di classifiche sulle città più vivibili se ne pubblicano mensilmente ma per quello che valgono possono comunque rappresentare una bussola per chi decide di lasciare il proprio paese.

E così, nell’ultima pubblicata da ECA la lista viene dominata, manco a dirlo, dalle solite note “expat friendly” del nord Europa -e nel dettaglio da città di Scandinavia, Paesi Bassi e Svizzera- ma dietro Copenhagen e Berna non c’è Amsterdam ma l’Aja.

La capitale di fatto, che ospita il governo e 150 organizzazioni internazionali, batte la capitale di diritto di ben tre posizioni.

Tra i parametri considerati: trasporti, alloggi, ambiente, rete esistente di expat.