Secondo NRC, la polizia nazionale sta conducendo un’indagine esplorativa su possibili commenti razzisti e discriminatori del capo dell’unità di polizia dell’Olanda settentrionale, Wim van Vemde.

Per il quotidiano, l’indagine si concentra su un incidente durante una celebrazione iftar dell’unità nell’aprile di quest’anno. Per quell’incontro, l’ex agente di polizia e presentatore Dwight van van de Vijver è stato invitato a tenere una conferenza sulla diversità e l’inclusione nella polizia.

In seguito, dice di essere stato insultato in modo discriminatorio da Van Vemde: il capo unità avrebbe affermato che “gli uomini a Curaçao sono pigri e cattivi padri”. Ma secondo la vice capo della polizia, Liesbeth Huyzer, Van Vemde nega di essersi espresso in questo modo. “Ammette di aver fatto un solo commento inappropriato e che è stato vissuto come offensivo. Dice di essersi immediatamente scusato”, risponde Huyzer a NRC.

Huyzer afferma che una conversazione avvenuta in seguito tra i due, sarebbe stata ritardata troppo a lungo, scrive NRC. L’indagine deve fornire chiarezza su cosa è stato detto esattamente e come è stato affrontato dalla polizia.

Nel giugno di quest’anno, la polizia ha annunciato che avrebbe intrapreso azioni più severe contro il razzismo e la discriminazione nella propria cerchia.