1/3 dei lavoratori nei Paesi Bassi prevede nuove infezioni da coronavirus quando i colleghi torneranno da una vacanza all’estero. A dirlo è un’indagine condotta dal sindacato CNV tra 1.900 iscritti.  Il sindacato vorrebbe che tutti i lavoratori che rientrano da una vacanza all’estero fossero testati prima di tornare al lavoro, dice RTL Nieuws.

Ora che le interazioni sociali stanno riprendendo e presto si tornerà a viaggiare, è fondamentale che vengano adottate accortezze volte a impedire una nuova ondata ha detto il presidente di CNV Piet Fortuin.

Il 46% degli intervistati ha dichiarato di ritenere pericoloso recarsi all’estero e una percentuale simile non intende lasciare i Paesi Bassi per l’estate. L’indagine ha inoltre mostrato che la maggior parte dei datori di lavoro non sta invitando i dipendenti affinché non vadano in vacanza all’estero.