L’ex Presidente della Camera dei Deputati e parlamentare laburista Arib non collaborerà alle indagini sul suo periodo da Presidente della Camera annunciate dalla attuale presidente Bergkamp e dal Presidium, il comitato esecutivo della Camera. Secondo Arib, c’è una campagna diffamatoria e un accordo politico.

“Non le parlerò”, ha detto Arib alNOS. “Non rispondo alla signora Bergkamp o alla presidenza, non sono il mio datore di lavoro”. Definisce il corso degli eventi una campagna diffamatoria di Bergkamp. “Lo ha fatto anche in vista dell’elezione del nuovo presidente della Camera”. Secondo Arib, Bergkamp ha cercato attivamente qualcosa contro di lei, dal luglio di quest’anno, quando la Arib era stata eletto dalla Camera presidente del Comitato Covid che preparerà l’inchiesta parlamentare.

“Ieri, nel tardo pomeriggio, ho ricevuto un messaggio dove venivo invitata a comparire da Bergkamp e  altri due membri della presidenza oggi alle nove e un quarto. Non mi è stato permesso di sapere in anticipo di cosa si trattasse.” Secondo Arib, in passato non le è stato chiesto un colloquio dal Comitato del personale della Camera. Secondo lei, le denunce arriverebbero da staff deluso per non essere stato riconfermato.