The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

RACISM

Inchiesta, “apartheid” nei bar di Breda e Den Haag: no a neri e marocchini

"Undercover in Nederland" mostra la discriminazione diffusa presso alcuni locali nel sud del Paese

Nei bar di Breda, si discriminano per davvero le minoranze? A giudicare dall’inchiesta del programma Undercover in Nederland, si.

I giornalisti hanno trasorso una serata girando per locali nella cittadina frontaliera di Breda, nel Brabante meridionale, al confine con il Belgio. E ciò che hanno documentato è scioccante: i buttafuori, sembrano istruiti a praticare “profilazione etnica” sui visitatori neri e su quelli dall’aspetto nord-africano.

Nei cinque locali visitati dalla troupe “sotto copertura” 3 giovani di colore sono stati sempre respinti con tragicomiche motivazioni, che vanno da “non ti conosco, non sei parte della mia clientela abituale” fino a “solo kakkers” [kakker è un termine colloquiale per indicare una “persona ben vestita”]. Più “fortunati” i collaboratori dell’emittente con background marocchino: in 3 bar su 5 sono riusciti ad entrare.

E’ andata sempre bene, invece, a tre collaboratori bianchi: loro, sono riusciti ad entrare senza nessuna difficoltà.

La rabbia e la delusione

Il sindaco Paolo Depla ha commentato all’emittente:”Vogliamo una città dove tutti sono benvenuti. Posso immaginare la rabbia e la delusione dei ragazzi. Nessuno a Breda, deve sentirsi un cittadino di seconda categoria.”