di Gaia Guglielmucc

 

Sono 90 in tutto gli artisti che parteciperanno questo week-end ad Open Ateliers Oost, la manifestazione presso la quale verranno aperte le porte di studi, centri culturali ed ateliers nella zona Est di Amsterdam. Il 21 e il 22 maggio, dalle 12 fino alle 18, pittori, scultori e fotografi,  presenteranno se stessi e i loro lavori presso il porto Oostelijk, l’area della città con architettura moderna che comprende quattro isole connesse tra di loro da suggestivi ponti.

La manifestazione si dipanerà insomma come una sorta di tour artistico che avrà come punto centrale  l’esposizione presso il Bagagehal van Loods sull’isola KNSM (http://www.loods6.nl/de-bagagehal).

Altri veri e propri punti di attrazione saranno i broedplaatsen, si tratta di luoghi di lavoro temporanei forniti dal comune dove un gruppo di artisti coabita in uno spazio sviluppando le proprie idee e i propri progetti.

Tra questi il Fenix (Cruquiusweg 120B ) che raggruppa 35 artisti .BroedplaatsFENIX «In questi luoghi si assiste ad una vera e propria esplosione di creatività», ci assicura Nathalie Ho-Kong-You, pittrice e performer da oltre un anno e mezzo ospite del Fenix. Insieme a Nord, il quadrante est della città è diventato uno dei luoghi con più alta concentrazione di spazi per nuove tendenze artistiche».

 

La pianta con i siti è consultabile all’indirizzo http://openatelierscentrumoost.nl/plattegrond/#15/52.3732/4.9386