The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

‘In picture’, al Van Gogh Museum una ricca mostra per riflettere sul ritratto



Source: Pixabay

Dal 21 febbraio fino al 24 maggio il Van Gogh Museum di Amsterdam terrà aperta la mostra In the Picture, focalizzatasi sul ritratto. L’esibizione cerca di indagare il ruolo del ritratto e dell’autoritratto tra gli artisti del 19° e 20° secolo e sulla costruzione della propria identità. Oltre a quelli di Van Gogh, la mostra conta tantissimi altri artisti. Saranno presenti, infatti, le opere di Edvard Munch, Gustave Courbet, Francis Bacon e Helene Schjerfbeck, tutte in qualche modo ispirate dal maestro olandese. Potranno essere ammirati un totale di 75 dipinti.

“Sarebbe fantastico se questa esibizione aiutasse i visitatori a capire come questi artisti si consideravano e presentavano” ha commentato Lisa Smit, curatrice associata del museo. “Loro manipolavano questi ritratti. Un po’ come oggi noi facciamo con le nostre foto sui social. Sono cose senza tempo“. Il ritratto divenne molto popolare nel 19° secolo. Fin dalle origini, la sua particolarità è stata quella di rendere i confini tra realtà e finzione molto sfumati.

Tra i vari dipinti presenti, un ruolo importante lo ha quello di Van Gogh intitolato Autoritratto con orecchio bendato (1889). Il quadro proviene dalla The Courtauld Gallery di Londra. I ritratti di Van Gogh sono sempre stati molto importanti, specialmente per le rappresentazioni cinematografiche dell’artista. Oggi si possiede, infatti, solo una sua fotografia. Per ricostruire il suo volto apparso in numerosi lungometraggi ci si è sempre basati sui suoi ritratti.

 






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!